Visita l'area botanica

AREA BOTANICA “FRANCESCO LUCCIO”.

A cura di Marianna D’Arienzo

L’Area Botanica “Francesco Luccio” è situata  sulla “Collina dei Camaldoli”, il più elevato tra i relitti  di un antichissimo vulcano flegreo denominato “Archiflegreo”, (“Ur Phlegraeus” del Geologo Rittmann), oggi totalmente distrutto. E’ curata dai Volontari dell’Associazione “Agrifoglio” che provvedono anche alla sua manutenzione (pulizia, innaffiamento, falciatura, contenimento delle specie invasive, cura dei sentieri). Si estende lungo il confine orientale – meridionale del “Bosco dei Camaldoli”, zona di riserva integrale del “Parco Urbano dei Camaldoli”.

In netto contrasto rispetto alla sommità della “Collina”, coperta da un “Castagneto Ceduo”, il cui utilizzo per l’estrazione del legname è cessato da decenni, i versanti sui quali si apre la nostra “Area” sono ripidi, scoscesi e caratterizzati da vegetazione rada.

L’Area Botanica si estende per circa un ettaro; si sviluppa lungo terrazzamenti degradanti aperti a Sud – Sud Ovest sulla conca di Soccavo. I terrazzi, falciati a prato, presentano una flora costituita prevalentemente da piante erbacee con elevata capacità di diffusione attraverso i semi (specie cosmopolite, ruderali).  I  pendii, che delimitano il pavimento dei terrazzi  sono colonizzati da piante con habitus di cespugli, arbusti o piccoli alberi.

Quote altimetriche dell’ ”Area”: il livello più alto  è a m. 371 s.l.m.; il più basso a m. 333 s.l.m.

Nell’  “Area Botanica”  sono presenti:

° Una stazione di Birdwatching e di inanellamento dell’Avifauna stanziale e di quella  di passaggio nei periodi migratori. Tale Stazione è stata istallata dal Dott. Alessio Usai che ha progettato anche l’area tematica del “Giardino delle Farfalle”.

° Un Orto, in cui vengono coltivate piante orticole della tradizione  Campano - Flegrea. Curato dai Volontari di “Agrifoglio”, l’Orto, oltre ad avere valenza didattica, riteniamo che possa collegarsi ai progetti di “Agricoltura Periurbana” promossi dal “Parco Metropolitano delle Colline di Napoli“.

° Delle arnie, curate dai Volontari di “Agrifoglio”. Il miele prodotto viene offerto alle persone a cui sono rivolti i progetti di inclusione sociale ed in particolare agli assistiti da alcuni “Centri di Salute Mentale” dell’ASL Napoli 1 con cui esistono rapporti di collaborazione consolidata e che periodicamente svolgono attività  nell’ “Area”.

° Un’opera di “Ingegneria Naturalistica” con la quale si è provveduto a  consolidare un’area molto ripida e caratterizzata da fenomeni franosi, che si affaccia su  uno dei terrazzi. I lavori sono stati eseguiti dai Volontari sotto la guida di uno dei massimi esperti del settore, in campo nazionale ed internazionale, nell’ambito di un cantiere scuola.

Leggi tutto...
 


SEO SEO - Søgemaskineoptimering
Linkguide Partner
Professional Joomla templates